Recensione Dell OptiPlex GX620 DT

£ 659 Prezzo al momento della revisione

Il prossimo è il caso desktop. Per la prima volta, ci lasciamo alle spalle le unità ottiche in stile notebook a favore di un'unità standard. C'è anche un alloggiamento da 3,5 pollici per un'unità floppy. Due dei quattro socket di memoria DIMM non sono ostruiti, anche se è necessario sganciare l'unità ottica per esporre gli altri due.

Recensione Dell OptiPlex GX620 DT

Vediamo anche due porte SATA sulla scheda madre per la prima volta, ma è per scattare un'immagine fantasma del disco primario. Per le configurazioni permanenti a doppia unità, Dell consiglia lo chassis MT più grande.

La disposizione della CPU e del dissipatore di calore nella parte anteriore della scheda madre è simile allo chassis SF, sebbene con l'hard disk accanto e fuori mano il flusso d'aria verso la griglia posteriore non sia ostruito, a meno che non si utilizzino schede di espansione a tutta altezza. C'è uno slot PCI Express 16x e due slot PCI standard, tutti con schede a mezza altezza. Tuttavia, è possibile installare uno dei due riser opzionali a tutta altezza, il primo che supporta due schede PCI e il secondo che supporta una scheda PCI e una scheda grafica PCI Express 16x. La nostra macchina era dotata di una piccola scheda convertitore DVI nello slot PCI Express per integrare l'uscita VGA sul pannello posteriore.

PANORAMICA DELLA SERIE GX620

Una taglia unica non è un mantra che un reparto IT possa vivere. Diverse sezioni all'interno della tua organizzazione, anche persone diverse, hanno le proprie esigenze quando si tratta di PC, ma la scelta di diversi modelli aumenta rapidamente i costi di supporto.

Fino ad ora, non è stato possibile soddisfare le esigenze di un'intera organizzazione con un'immagine del disco rigido, ma grazie al chipset Intel 945 tutto sta per cambiare. Dell è il primo produttore a raccogliere la sfida, con la sua gamma OptiPlex GX620 progettata per soddisfare la diversità offrendo chassis e specifiche differenti, ma con un'architettura comune e un'immagine del disco rigido che funzionerà su tutti i modelli.

Qui esaminiamo l'intera serie GX620, in modo da poter vedere come si accumulano l'uno contro l'altro. Citiamo anche la gamma OptiPlex GX520. Nessun campione era disponibile per la revisione, ma fa parte della stessa famiglia e le due gamme hanno molte somiglianze.

In effetti, i tre case che compongono la gamma GX520 - Small Form Factor (SF), Desktop (DT) e Mini-tower (MT) - sono utilizzati anche nella gamma GX620, ma il GX620 ottiene un quarto membro di dimensioni ridotte anche chiamato Ultra Small Form Factor (USFF).

La combinazione di entrambe le serie offre quattro chassis e sette modelli di base tra cui scegliere, con compatibilità di immagini e BIOS in tutto. I dispositivi GX620, con il loro numero di designazione più grande, sono i migliori della famiglia. La differenza, afferma Dell, è che i GX520 sono per l'implementazione come PC tradizionali, con forse una durata di tre anni prima dello smaltimento, mentre i GX620, con schede madri più complesse, specifiche più elevate e migliori possibilità di aggiornamento, sono destinati ad ambienti più esigenti e più lunghi. distribuzione.

Le aziende attente alla sicurezza dovrebbero anche notare che solo il GX620 include un TPM (Trusted Platform Module). Questo dispositivo aiuta a bloccare gli hacker fornendo l'autenticazione della rete hardware.

L'elemento chiave che lega tutti i modelli è il chipset Intel 945 Express. Oltre ai vantaggi in termini di prestazioni e alle nuove funzionalità, la sua novità lo rende una buona scelta per la longevità in un'implementazione progressiva. Dell afferma che offrirà le piattaforme per circa 15 mesi.

SPECIFICHE

La scelta del processore è varia, con le opzioni Celeron D e Pentium 4 integrate da chip Pentium D dual-core nella gamma GX620. La gamma GX520 e il più piccolo GX620 sono limitati a 2 GB di SDRAM DDR2 a 533 MHz (PC4300) su due prese DIMM, ma i tre GX620 più grandi hanno quattro prese per un massimo di 4 GB.

messaggi recenti